Aromaterapia e oli essenziali: tutto quello che c'è da sapere

Aromaterapia e oli essenziali: tutto quello che c’è da sapere

Con questo articolo inizia in nostro viaggio alla scoperta dell’aromaterapia, degli oli essenziali e delle loro proprietà uniche.

La storia degli oli essenziali è costellata di sacralità e simbologie collegate ai fiori e ai profumi.

Oggi l’aromaterapia ha trovato numerosi estimatori per i reali benefici che apporta.

Con gli oli essenziali è possibile purificare e deodorare l’ambiente, trasformando la solita atmosfera di casa, ma non solo; si possono utilizzare gli oli essenziali anche per risolvere piccoli problemi di salute, in modo del tutto naturale.

I principali metodi di estrazione sono 4:

  • la spremitura
  • la distillazione
  • la macerazione
  • l’estrazione con sostanze volatili

Spremitura: viene usata per le piante che sono molto ricche di essenza (es. semi e la frutta come gli agrumi).

Distillazione: viene utilizzata per i legni aromatici, erbe e vari fiori ( es. rose) ed è di due tipi: in acqua o in corrente di vapore.
Entrambe le tecniche sfruttano il calore per far gonfiare e scoppiare le ghiandole oleifere.

Macerazione: può avvenire a caldo o a freddo; si utilizza per tutti quei fiori troppo delicati per essere sottoposti ad un procedimento diverso.

Estrazione con solventi volatili; consente di estrarre tutto il profumo ma ha il difetto di essere un procedimento molto costoso.

 

Acquistare e conservare gli oli essenziali..

L’aromaterapia è oggi una pratica piuttosto diffusa se non altro per creare in casa atmosfere rilassanti, purificare l’aria, ecc.

Capita spesso di trovare in vendita oli essenziali anche al di fuori dei luoghi deputati alla loro distribuzione (farmacie ed erboristerie).

A volte si vedono, infatti, flaconi con la dicitura “olio essenziale” sulle bancarelle dei mercatini o nei supermercati, anche a prezzi molto contenuti.

Questi “oli”, però, spesso sono lavorati sinteticamente e non sono di provenienza certa; questo li rende inadatti a usi terapeutici.

Bisogna diffidare anche quando le boccettine degli oli vengono vendute tutte allo stesso prezzo, poiché il metodo di estrazione , piante più o meno costose e concentrazioni differenti non permettono di eguagliare i prezzi dei singoli oli.

Per questo conviene acquistarli in una farmacia o erboristeria di fiducia; in generale, in questi negozi si possono trovare oli essenziali puri, la cui provenienza e metodi di estrazioni sono garantiti.

Le boccette che contengono l’olio devono essere sempre di vetro e mai in plastica;

Occorre conservare l’olio in un luogo fresco e buio poiché l’olio teme il calore e la luce potrebbe alterarne i componenti.

 

Precauzioni d’uso…

Gli oli essenziali puri hanno una concentrazione del 100%  e quindi occorre dosarli a gocce e vanno usati con un certo criterio.

Occorre rispettare sempre le avvertenze e non farne abuso pensando che siano rimedi senza controindicazioni.

 

Primi oli da acquistare…

Gli oli essenziali, per così dire, immancabili sono:

  • ylang-ylang
  • gelsomino
  • limone
  • malaleuca
  • geranio
  • lavanda
  • neroli
  • rosa
  • sandalo
  • menta

Nel prossimo articolo dedicato all’aromaterapia e agli oli essenziali inizieremo a parlare in modo dettagliato di queste essenze.

 

Alcune avvertenze…

Oli da usare con cautela

Uso limitato: alloro, zenzero,ylang-ylang, bergamotto, canfora, cipresso, eucalipto, finocchio, coriandolo, melissa, origano, patchouli, rosmarino, pepe nero, salvia, timo, valeriana.

Sconsigliato in gravidanza: achillea, alloro, angelica, cedro, citronella, finocchio, ginepro, maggiorana, mirra, melissa, origano, salvia, rosmarino, timo, sassofrasso.

Fotosensibilizzanti: angelica, bergamotto, arancio, limone, neroli, mandarino, zenzero.

Per evitare questo rischio è opportuno non esporsi al sole nelle 6 ore successive all’applicazione degli oli.

 

Barbara Lombardi